Home News EMERGENZA CLI...

EMERGENZA CLIMATICA: IL MINISTRO DELL’AMBIENTE COSTA PROMETTE GRANDE IMPEGNO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MATTARELLA

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa in partenza per Nairobi dove, dal 13 al 15 marzo, parteciperà all’assemblea UN Environment Assembly (UNEA), focalizzata sul ruolo dell’innovazione nel cambiamento delle scelte di produzione e di consumo per vivere in modo sostenibile, ha voluto contribuire al dibattito sul cambiamento climatico che il Presidente della Repubblica Mattarella ha portato alla ribalta con le sue dichiarazioni.

“Stanotte partirò per Nairobi per partecipare all’assemblea delle Nazioni Unite sull’ambiente. 182 Paesi del mondo saranno presenti. Tempo fa ho incontrato il mio omologo delle isole Fiji e con lacrime agli occhi mi ha detto «I miei nipoti li vedo senza patria» riferendosi al fatto che quelle isole del Pacifico, come altre, tra 20 anni saranno sommerse dalle acque. Io che sono nonno non posso restare indifferente” ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Il Ministro che rientrerà in Italia solo sabato, seguirà quindi a distanza la marcia per il clima organizzata in tutto il mondo venerdì 15 marzo. Il Ministro ha quindi affermato Credo sia una bella coincidenza che la grande marcia globale dei ragazzi che aderiscono a «Friday for Future» sia questo venerdì, quando termina il vertice di Nairobi. A questi ragazzi dobbiamo delle risposte. L’emergenza climatica e quella della plastica non sono separate. A Nairobi si voteranno risoluzioni globali per liberarci dalla plastica e la proposta che come Italia porteremo avanti, è di muoverci su due binari, un Trattato globale che ha però tempi lunghi e impiegare la Convenzione di Basilea sui rifiuti transfrontalieri che invece possiamo fare subito. E perché fare domani quel che possiamo fare oggi? Non c’è tempo da perdere. Lo ha ricordato oggi anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ringrazio per le sue parole: «Siamo sull’orlo di una crisi climatica globale, per scongiurare la quale occorrono misure concordate a livello planetario». Ce la metteremo tutta Presidente!”.