Home News DALLA «NATURA...

DALLA «NATURA DELL’ITALIA» PARTE LO SVILUPPO DEL PAESE

La ricchezza del patrimonio ambientale che caratterizza il nostro Paese sarà il punto di partenza per il rilancio dell’economia italiana


Questo l’ambizioso obiettivo della Conferenza nazionale «La Natura dell’Italia. Biodiversità e aree protette: la Green economy per il rilancio del Paese» che si terrà l’11 e il 12 dicembre nell’Aula Magna di Sapienza Università di Roma.

L’evento, promosso dal Ministero dell’Ambiente con il contributo di Federparchi, Unioncamere e Fondazione per lo Sviluppo sostenibile, “sarà l’occasione – spiega il Ministro Orlandoper avviare il più grande e ricco confronto nazionale tra istituzioni, esperti ed operatori per conoscere e discutere le politiche per la valorizzazione della biodiversità, l’attuazione degli indirizzi comunitari e le migliori pratiche finora sviluppate”.

 

La giornata dell’11 dicembre, aperta dai saluti del Ministro dell’Ambiente Orlando e del Rettore di Sapienza Università di Roma Luigi Frati, sarà dedicata alle sessioni tecniche e scientifiche con i rappresentanti del mondo della scienza, dei parchi, delle associazioni con gruppi di lavoro coordinati dai promotori dell’iniziativa. Interverranno, fra gli altri, Cesare Patrone, Capo del Corpo Forestale; Felicio Angrisano, Comandante delle Capitanerie di Porto; Aldo Bonomi, Direttore di AAster; Renato Grimaldi, Direttore Generale del Servizio Conservazione Natura del Ministero dell’Ambiente; Stefano Laporta, Direttore dell’Ispra ed esponenti internazionali come il Direttore Generale dello IUCN Julia Marton-Lefèvre e Aldo Ravazzi Douvan Co.presidente del comitato Biodiversità dell’OCSE.

 

Giovedì 12 dicembre, giornata conclusiva, interverrà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla presenza dei presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso. Attesi gli interventi del Presidente del Consiglio Enrico Letta e, oltre al ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, di ben otto fra gli attuali ministri: i responsabili dell’Economia Fabrizio Saccomanni, del Lavoro Enrico Giovannini, delle Infrastrutture Maurizio Lupi, della Salute Beatrice Lorenzin, degli Affari europei Ezio Moavero, dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo, della Coesione territoriale Carlo Trigilia. Previsti inoltre, il Commissario europeo all’Ambiente Janez Poto?nik, i presidenti delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato Ermete Realacci e Giuseppe Marinello, il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il rettore della Sapienza Luigi Frati, le maggiori associazioni ambientaliste.

 

“La presenza del Capo dello Stato, cui va il mio personale ringraziamento, del presidente del Consiglio, di molti ministri e di un eccezionale parterre di ospiti”, dichiara il Ministro Orlando, “ è la dimostrazione che la natura dell’Italia è un tema su cui lo Stato vuole intraprendere una sfida decisiva per il futuro”.

 

[Redazione PROTECTAweb]