Home Mobilità & Trasporti Trasporto Marittimo LA BUONA NOTI...

LA BUONA NOTIZIA… Arriva il TETRAHEDRON, super yacht volante

Tetrahedron yacht

Con il suo aspetto avveniristico e le sue sorprendenti prestazioni è destinato a sconvolgere il futuro della marineria vacanziera

Osservando le prime immagini e le elaborazioni al computer diffuse nelle ultime settimane, si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad un veicolo alieno apparso improvvisamente sui nostri mari. In realtà, pur sembrando un’astronave giunta dalle profondità intergalattiche, è un mega yacht a forma di piramide che, sfruttando le più avanzate innovazioni tecnologiche e utilizzando nuovi materiali e sofisticate strumentazioni, non solo farà presto parlare di sé, ma finirà poi, inevitabilmente, con l’influenzare la produzione delle future imbarcazioni da diporto.

Ci riferiamo al TETRAHEDRON Super Yacht concepito nel 2010 dall’architetto e designer londinese Jonathan Schwinge: un’affascinante struttura in fibra di carbonio ed acciaio Inox che riproduce una figura della geometria solida, il tetraedro.

Tetrahedron yacht

L’inusuale e futuristica imbarcazione scaturisce da un ripensamento – in sostanza una vera e propria reinvenzione – di forma, sovrastrutture e propulsione dei moderni yacht, operando una radicale rivoluzione del tradizionale concetto di imbarcazione intesa come un contenitore navigante, per realizzare un nuovissimo strumento di viaggio, completo di ogni possibile comfort moderno e in grado di librarsi sul mare in qualsiasi condizione atmosferica, senza risentire in alcun modo del movimento delle onde.

Tetrahedron yacht

La suggestiva struttura, ideata e progettata da Jonathan Schwinge, dà la sensazione di «volare» sull’acqua. L’effetto è reso grazie ad un lungo e robusto montante verticale collegato ad uno scafo sommerso a forma di siluro che imprime l’energia necessaria sfruttando il principio dell’Hydrofoil applicato negli aliscafi. Ciò che appare, dunque, agli occhi degli osservatori è solo il «tetto» della superstruttura, mentre la propulsione idrodinamica avviene sotto il livello dell’acqua.

Tetrahedron yacht

Vediamo ora quali sono le caratteristiche tecniche, le prestazioni e i servizi che vengono forniti dal TETRAHEDRON, progettato, in questa prima fase, per poter accogliere a bordo sei passeggeri e quattro membri di equipaggio: è lungo 21,6 metri e largo 25; col massimo della elevazione sull’acqua può raggiungere la velocità   oraria di 38 nodi (pari ad oltre 70 chilometri); pesa circa 75 tonnellate; ha un’autonomia di 3.000 miglia e presenta una straordinaria stabilità che garantisce una navigazione tranquilla senza provocare il mal di mare. Offre, inoltre, ampi spazi per il relax, terrazzi attrezzati per il solarium e per pranzare sia all’interno che all’esterno, scale retrattili per agevolare le attività subacquee  e per consentire a chi pratica il diving di ritornare agevolmente sullo yacht. Infine sono previsti numerosi giochi d’acqua per rendere più piacevole la permanenza a bordo degli ospiti.

Tetrahedron yachtDurante la sosta, o in navigazione con velocità fino a 12 nodi l’ora, il galleggiamento del TETRAHEDRON è assicurato da tre grandi scafi, funzionanti come camere d’aria, posizionati al di sotto della struttura.  A partire da 12 nodi lo yacht incomincia a sollevarsi per raggiungere la levitazione completa a 15 nodi. Una volta ridotta sensibilmente la resistenza all’acqua, la megastruttura può, così, arrivare in brevissimo tempo alla velocità massima di 38 nodi orari, con un minor consumo di carburante e livelli estremamente bassi di rumore.

Attualmente sono stati resi noti i vari rendering ed esiste un progetto collegato allo studio di fattibilità che Jonathan Schwinge ha realizzato  in collaborazione con  il Maritime Applied Physics Corporation di Baltimora (USA) e Marcel Muller, ingegnere, già costruttore delle barche da regata in fibra di carbonio Green Marine, nonché proprietario della INMAINCO Visionary Marine Management, società   leader nel settore delle consulenze nella nautica. Tutto, però, lascia prevedere che, entro il 2020, il TETRAHEDRON potrà essere davvero un’affascinante realtà, anche se alla portata soltanto di pochissime persone proprietarie di grandi ricchezze (supermagnati occidentali o sceicchi arabi), i quali potranno permettersi di acquistare il lussuoso super yacht nonostante gli elevatissimi prezzi  ipotizzati, che ammonterebbero ad alcuni milioni di sterline per ciascun esemplare.

Mario  Apice
[03 Mar 2015]