Home Mobilità & Trasporti Mobilità Sostenibile Nissan-Endesa...

Nissan-Endesa: energie alternative al servizio delle auto elettriche

Accordo Nissan - Endesa

Un accordo per mettere a punto un sistema di ricarica delle auto elettriche che possono attingere ad energie alternative. La rivoluzione è vicina: il 15 marzo a Madrid!

•• È partita da lontano ed il percorso fatto è stato di quelli tortuosi ma alla fine il traguardo è stato raggiunto. Lo sviluppo della prima soluzione V2G low-cost per il mercato di massa ha infatti richiesto anni di collaudi. Basti pensare che la prima dimostrazione pratica di questa tecnologia risale allo Smartcity Malaga del 2008 (terreno di prova del Gruppo Enel per le città intelligenti), mentre la sua evoluzione è stata presentata 4 anni dopo nel contesto del progetto ZEM2ALL. Altri 3 anni poi per giungere al debutto ufficiale, previsto a Madrid per il 12 marzo 2015, quando Endesa fornirà una prova concreta dell’affidabilità dell’atteso sistema a basso costo. Ma di cosa si tratta?

Nissan ed Endesa (sussidiaria del gruppo Enel) hanno siglato a Ginevra un accordo in nome del sistema Vehicle-to-Grid (V2G) per il mercato di massa. Questo sistema genera energia rinnovabile tramite impianti esterni alla rete, quali pannelli solari e turbine eoliche attraverso un caricatore bidirezionale Endesa e un sistema di gestione compatibile tramite i quali gli automobilisti potranno collegare e ricaricare Nissan LEAF o e-NV200 nelle fasce orarie in cui il costo e la domanda di energia sono al minimo, con la possibilità da un lato di sfruttare l’elettricità immagazzinata in qualsiasi momento, e dall’altro di reimmetterla nella rete, con un congruo ritorno economico.

Una rivoluzione, in sostanza, l’accordo tra Endesa e Nissan destinato a sconvolgere le collaudate pratiche dei Paesi europei che dovranno riscrivere le proprie politiche di gestione energetica in nome della rivoluzione tecnologica innescata dal sistema V2G in relazione al quale le due aziende si propongono anche di sviluppare un innovativo modello di business in grado di supportare tale iniziativa.

[Redazione PROTECTAweb]
[12 Mar 2015]