Home Mobilità & Trasporti Mobilità Sostenibile Mobilità puli...

Mobilità pulita, condivisa e intelligente

european mobility week

Al via la Settimana Europea della Mobilità 2017, con lo slogan «condividere ti porta lontano»

L’utilizzo di trasporti pubblici e veicoli in condivisione costituisce non solo una fonte di salvaguardia dell’ambiente e di risparmio economico, ma anche un motore di crescita per le economie locali. Con questa convinzione, anche quest’anno l’Unione Europea ha organizzato la «Settimana Europea della Mobilità», che si terrà anche quest’anno dal 16 al 22 settembre. Il tema dell’edizione 2017 è “una mobilità pulita, condivisa e intelligente”, con un particolare focus dedicato al trasporto condiviso cui è dedicato lo slogan «Condividere ti porta lontano». A essere protagonisti saranno 2331 città europee, che hanno messo in campo 562 iniziative per promuovere l’utilizzo di modalità di trasporto alternative.

Il trasporto condiviso

L’Europa è leader mondiale nelle soluzioni di mobilità condivisa e in base a stime recenti, il valore delle transazioni in questo settore ha superato nel 2015 i 5 miliardi di euro e ci si aspetta che superi i 100 milioni entro il 2025. Oltre a favorire lo sviluppo di conoscenze e relazioni sociali, il trasporto condiviso riduce la spesa per il cittadino e l’impatto sull’ambiente, agevolando il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni che l’Unione Europea si è prefissa.

“La mobilità condivisa è un modello di trasporto intelligente e innovative, con il potenziale di ridurre il numero dei veicoli nelle strade. Ad esempio, ogni auto condivisa consente di lasciare a casa 15 auto private” ha commentato il Commissario europeo per i Trasporti Violeta Bulc. “Non riguarda soltanto le automobili: stiamo assistendo a un vero e proprio boom di sistemi di bike sharing in tutta l’Unione Europea. Dobbiamo assicurarci che il futuro della mobilità urbana sia al tempo stesso condiviso e sostenibile”.

car sharing

Ogni anno, le Amministrazioni locali più impregnate nella promozione della mobilità sostenibile durante la campagna, possono candidarsi per l’European Mobility Week Award entro il 23 ottobre. Per la prima volta, quest’anno, ci saranno due premi: uno per le municipalità con meno di 50mila abitanti e uno per quelle con oltre 50mila abitanti. Entro il 3 novembre, le città possono anche candidarsi per ottenere l’«Award for Sustainable Urban Mobility Planning» (SUMP Award), un riconoscimento per lo sviluppo di piani di mobilità in grado di rispondere ai diversi bisogni di cittadini e imprese.

Anche quest’anno, il Ministero dell’Ambiente aderisce alla Settimana Europea della Mobilità con un ruolo di coordinamento e di supporto di iniziative ed eventi in tutto il territorio, oltre a promuovere la partecipazione attiva dei cittadini e specifiche azioni a livello nazionale. In particolare, l’obiettivo per l’Italia in quest’edizione è superare il primato di adesioni alla Settimana, registrato nel 2016 con ben 147 città aderenti.

Come sempre, la Settimana Europea si conferma come un’occasione per amministrazioni locali, cittadini, aziende e tutti coloro che intendono impegnarsi per accelerare la diffusione su larga scala della mobilità sostenibile. Un processo ormai irreversibile che si rende necessario alla luce della sempre più impellente minaccia delle emissioni e dell’inquinamento, cui il settore dei trasporti contribuisce nelle città per oltre un terzo della quota complessiva.

Per ulteriori informazioni e per scoprire tutte le iniziative relative alla Settimana Europea della Mobilità è possibile visitate il sito internet http://www.mobilityweek.eu/.

[ Alvaro Pacifici ]