Home Mobilità & Trasporti Mobilità Sostenibile Mobilità, L’A...

Mobilità, L’Aquila fa il pieno elettrico

L'Aquila Smart City

Inaugurate le prime colonnine di ricarica per e-car, primo passo verso l’evoluzione del capoluogo abruzzese in senso smart

•• Secondo il Global EV Outlook 2015 dell’Agenzia Internazionale per l’Elettricità (IEA), negli ultimi sei anni è aumentata in maniera esponenziale la vendita di veicoli elettrici e l’installazione di infrastrutture di ricarica. In particolare, tra il 2012 e il 2014 l’installazione di colonnine di ricarica standard è più che raddoppiata, mentre quelle a ricarica veloce (fast recharge) sono aumentate di otto volte. Il settore dei trasporti è uno dei principali responsabili delle emissioni di CO2 che rappresentano, come confermato dalla COP21 di Parigi, una minaccia sempre più concreta al nostro futuro. La mobilità elettrica rappresenta la risposta ideale per i problemi di inquinamento e congestionamento delle città. Un numero sempre più elevato di Amministrazioni regionali e comunali sta stringendo accordi con operatori del settore automobilistico ed energetico per lo sviluppo di e-car e sistemi di ricarica in grado di rendere il trasporto elettrico sempre più conveniente ed integrato nei singoli contesti cittadini.

Colonnine in tutto il territorio comunale

È il caso de L’Aquila, dove il Sindaco Massimo Cialente, il Responsabile Infrastrutture e Reti Italia di Enel Gianluigi Fioriti e l’Amministratore Delegato di Nissan Italia Bruno Mattucci hanno inaugurato le prime tre infrastrutture di ricarica Enel del capoluogo abruzzese.

L'Aquila Smart City

Le colonnine, una in viale Nizza e due in via Leonardo da Vinci, sono già attive e rientrano in un Piano più ampio che prevede l’installazione di 37 colonnine di ricarica di tipologia standard (compatibili con la maggior parte dei veicoli elettrici attualmente in commercio) e due del modello fast recharge, in punti strategici della città individuati dal Comune e da Enel.

“Oggi è una giornata importante, poiché inseriamo un ulteriore e significativo tassello per la realizzazione di una città Smart. Ricordo, infatti, che l’evento odierno nasce, nell’ambito del progetto Smart City, da un accordo tra il Comune dell’Aquila ed Enel Distribuzione per potenziare e rendere “intelligente” la rete di distribuzione dell’elettricità, aumentando contestualmente il livello di consapevolezza da parte dei cittadini circa i propri consumi di energia elettrica e promuovendo una mobilità alternativa e sostenibile” ha commentato il Sindaco Cialente. “Questa iniziativa, in particolare, rientra nel Piano Smart urban service, che prevede l’installazione di una rete di infrastrutture a uso pubblico per la ricarica dei veicoli elettrici, per complessive 39 colonnine che verranno collocate su tutto il territorio comunale”.

L’Aquila Smart City

Nato da una collaborazione tra il Comune, l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione ed Enel, il progetto «L’Aquila Smart City» ha l’obiettivo di realizzare un’infrastruttura di distribuzione dell’energia elettrica in ottica «smart», in grado di coniugare in un unico modello le funzionalità avanzate nella gestione della rete elettrica e l’integrazione degli impianti rinnovabili distribuiti sul territorio.  Il complesso piano di interventi a L’Aquila e nei Comuni di Scoppito e Cagnano Amiterno coinvolgerà complessivamente 6 cabine primarie e oltre 400 cabine secondarie. Le infrastrutture verranno collegate tramite i più moderni sistemi di telecomunicazione e saranno dotate di avanzati dispositivi di telecontrollo e automazione, in grado di abilitare nuovi servizi sulla rete elettrica garantendo un servizio sempre più affidabile e continuo.

L'Aquila Smart City

“Il progetto L’Aquila Smart City prevede, interventi di innovazione in chiave Smart Grids sull’intera rete elettrica, con un investimento di 16 milioni di euro” sottolinea Gianluigi Fioriti. “Le 39 colonnine aquilane si uniscono alla rete di ricarica per mezzi elettrici di Enel in Italia che conta finora circa 2000 infrastrutture tra pubbliche e private, diffuse e utilizzate su tutto il territorio. Da oggi anche L’Aquila entra a far parte di questo cambiamento, e lo fa da protagonista, con un progetto che coinvolgerà sia il centro storico che le aree esterne”.

Entusiasmo condiviso da Bruno Mattucci, per il quale “a L’Aquila c’è lungimiranza da parte dell’amministrazione, quella di approfittare della ricostruzione per farla diventare una città del futuro in cui la mobilità elettrica avrà un ruolo fondamentale”. Mattucci ha consegnato a gennaio all’ente comunale la Nissan LEAF elettrica con cui Cialente si è presentato all’inaugurazione delle colonnine.

Paolo Magnani
[16 Mag 2016]