Home Mobilità & Trasporti Mobilità Sostenibile In Europa Ube...

In Europa Uber porta il servizio di bike sharing JUMP

Entro la fine dell’estate Uber porterà il suo servizio di biciclette elettriche a pedalata assistita JUMP a Berlino, prima città europea; seguirà una diffusione in altre aree del Continente

Questa iniziativa dovrebbe consentire all’Azienda californiana di diversificare la propria offerta e, al tempo stesso, di migliorare i rapporti con le Amministrazioni locali messi a dura prova in questi anni dalle politiche molto aggressive per portare il suo servizio di automobili con autista.

L’annuncio lo ha dato il CEO Dara Khosrowshahi, intervenendo al Noah Conference, evento internazionale in svolgimento nella Capitale tedesca con lo scopo di far incontrare i grandi nomi della tecnologia con le più innovative idee e start-up legate alla mobilità

Tra proteste dei tassisti, provvedimenti dei comuni e sentenze di tribunale, Uber ha dovuto rinunciare a buona parte dei propri servizi in Europa: ora confida di compensare con JUMP, nell’ambito del suo ambizioso progetto di offrire svariate opzioni di mobilità urbana nei prossimi anni.

Elettriche a pedalata assistita

Il modello di JUMP è simile a quello di altri sistemi per il bike sharing: le biciclette elettriche a pedalata assistita possono essere prese a noleggio tramite un’applicazione e lasciate in qualsiasi punto della città, per essere successivamente noleggiate da altre persone.

Berlino, tra l’altro, nell’ultimo anno è stata invasa da numerosi servizi di questo tipo, con migliaia di biciclette in circolazione che stanno spingendo l’Amministrazione cittadina a rivedere le regole, per regolare al meglio la gestione di così tante due ruote lasciate in giro per strada.

[ Fabio Cauli ]