Home Mobilità & Trasporti Entro il 2022...

Entro il 2022 Nissan introdurrà 3 nuovi veicoli elettrici e 5 nuovi modelli e-POWER

Sarà il Giappone il mercato pilota della Nissan Intelligent Mobility nell’ambito del piano a medio termine «Nissan M.O.V.E. to 2022»

La decisione della Casa giapponese trae origine dal convincimento che entro la fine dell’anno fiscale 2022, il 40% delle vendite in Giappone sarà costituito da veicoli elettrici e modelli e-POWER e che entro l’anno fiscale 2025 questi arriveranno al 50%

L’obiettivo del Piano a medio termine «Nissan M.O.V.E. to 2022» è la trasformazione di Nissan nel leader assoluto nell’elettrificazione, nella guida autonoma e nei servizi di mobilità con vendite annue pari a 1 milione di veicoli elettrificati (e-POWER e EV) in tutto il mondo entro la scadenza del Piano stesso.

A Yokohama, Daniele Schillaci, Executive vice-President di Nissan Global Marketing and Sales, Zero-Emission Vehicles and the Battery Business e Chairman del Management Committee per il Giappone/Asia & Oceania, ha dichiarato: “Trattandosi del nostro mercato interno, siamo fieri che il Giappone sia in prima linea sul fronte della Nissan Intelligent Mobility. Questa visione sta incentivando una crescita costante e proficua nell’ambito del Piano «Nissan M.O.V.E. to 2022» e trasforma la customer experience, offrendo tecnologie e servizi che migliorano la vita dei clienti”.

La road map strategica della Nissan Intelligent Mobility precede una presenza più forte anche nelle concessionarie tramite lo sviluppo di un nuovo format che sarà focalizzato sulla clientela cui saranno dedicati specifici spazi.

In questi nuovi punti vendita senza appuntamento («walk-in») e negli store basati sulla brand experience, i clienti potranno sperimentare in prima persona la Nissan Intelligent Mobility e, nel caso il cliente arrivi all’acquisto, ogni fase di tale processo verrà progressivamente digitalizzata, dalle valutazioni iniziali all’assistenza post-vendita.

In merito all’ampliamento dei servizi di car sharing, che capitalizzano i positivi risultati del proprio programma «e-share mobi», per Asako Hoshino Senior vice-President di Nissan & Head of the Operations Committee per il Giappone “Il car sharing sarà decisivo per cogliere le opportunità a lungo termine relative ai nuovi servizi di mobilità in Giappone. Amplieremo la nostra rete di car sharing, passando da 30 a 500 stazioni in Giappone entro la fine dell’anno fiscale 2018”.

Nel quadro più ampio del Piano Nissan M.O.V.E. to 2022, l’Azienda punta a un margine operativo pari all’8% e a un incremento del fatturato annuo da 12,8 a 16,5 trilioni di yen.

[ Redazione PROTECTAweb ]