Home Aziende L’edilizia vo...

L’edilizia votata alla sostenibilità

Il Forum «La Città del Futuro» tenutosi a Roma e organizzato da Road to Green 2020 e Active House Italia, ha illustrato innovativi progetti dell’abitare sostenibile e soluzioni all’avanguardia per ridurre l’impatto ambientale dell’urbanizzazione

La città del futuro deve disegnarla la matita verde dell’ecologia. Basso impatto ambientale, sostenibilità, comfort abitativo… questi i nuovi e irrinunciabili paradigmi del costruire. È quanto è stato sottolineato in occasione del Forum «La Città del Futuro», organizzato a Roma da Road to Green 2020 e Active House Italia presso la Fondazione Civita. Alcune principali aziende che operano nel settore dell’edilizia, hanno raccontato impegni ed obiettivi legati alla sostenibilità. L’evento ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e dell’Assessorato alle Politiche Ambientali di Roma Capitale.

Le nostre azioni devono essere concrete, misurabili e provocare anche un cambiamento culturale complessivo” ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Pinuccia Montanari intervenuta all’incontro insieme al Presidente della Commissione ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco ed al Consigliere comunale Roberto di Palma. Particolare interesse sulle tematiche trattate l’ha espresso Daniele Diaco: “Ci tenevamo molto a partecipare e a portare i saluti anche della Sindaca. Siamo aperti a qualsiasi tipo di proposta, voi sicuramente avrete idee innovative. Siamo ben felici di mettere i nostri tecnici a vostra disposizione”.

Da sx: Roberto di Palma e Daniele Diaco

Il Forum ha rappresentato l’occasione di illustrare alcune best practice di diversi Paesi per poi avviare un articolato confronto costruttivo verso nuove idee e soluzioni. “Costruire in maniera sana proteggendo le persone e risparmiando energia è l’ideale di una città sostenibile e durante «La città del Futuro» abbiamo incontrato delle aziende, e delle persone, che lo rendono possibile” ha dichiarato la Presidente di «Road to Green 2020» Barbara Molinario.

Progetti, prodotti e obiettivi sostenibili delle società di settore

ACTIVE HOUSE ITALIA Edilizia 0.0 – Massimiliano Caruso

Digitalizzazione e Intelligenza artificiale stanno trasformando ogni settore dell’industria e il mondo delle costruzioni non può non tenerne conto. Già da tempo si sente parlare di smart home, ma il futuro sono la cognitive home e l’edilizia 0.0: zero anidride carbonica, zero consumi, zero disconfort, zero scarti, zero inefficienze. Isolamento termico, aria salubre, utilizzo della luce naturale, gestione ottimale dell’acustica e vibroacustica. La realizzazione delle case deve puntare a produrre un volume di scarti quanto più possibile vicino allo 0, e, laddove possibile, preferire materiali riciclati e riciclabili.

MONTANARI COSTRUZIONI – Casa nel Parco – Enrico Montanari

Edificio che ospita 10 residenze, espressione dell’architettura moderna, che sorge nel centro di Fidenza (PR), ma circondato dal verde. I serramenti a tutta altezza consentono di sfruttare al massimo la luce del sole, i consumi energetici sono ottimizzati grazie al sistema di ricambio meccanizzato dell’aria con recupero del calore, isolamento acustico particolarmente curato, pavimentazioni esterne in legno, all’impianto fotovoltaico e ai pannelli solari. Le case possono, inoltre, contare su un sistema ad intelligenza distribuita per la gestione e il controllo della climatizzazione e della contabilizzazione di energia termica.

LINKCAMPUS UNIVERSITY – ePOP-ZEB – Gianluca Fabbri

Un innovativo sistema per la costruzione di edifici modulari in legno (ePOP House), integrato con una piattaforma Smart per la gestione ottimizzata dell’energia, e un sistema BIM (Building Information Modeling) per la rappresentazione digitale delle caratteristiche fisiche e funzionali dei componenti dell’edificio.

BACCHI S.p.A. – Isolanti a base minerale – Andrea Riva

Diverse tipologie di pannelli non infiammabili, idrofobi, privi di fibre, costituiti da materie prime naturali, sostenibili e salubri. In particolare, pannello isolante in idrati di calcio B/ISOLA consente ottimi valori di isolamento termico, grande traspirabilità, senza freni vapore o barriere al vapore, ed è in grado di evitare la formazione di condense interstiziali. L’isolamento dall’interno può essere applicato in qualsiasi stagione e condizione meteorologica, non necessita di ponteggio, riduce fortemente le dispersioni termiche, migliora l’inerzia termica estiva e consente di raggiungere rapidamente la temperatura ambiente desiderata.

NATURALIA-BAUSistemi di areazione validati BIOSAFE – Demis Orlandi

Il 75% delle case urbane presenta allergeni dovuti principalmente alla cattiva manutenzione di impianti di ventilazione meccanica controllata. La continua esposizione a questi agenti può essere causa di malattie cardiovascolari, complicanze in gravidanza, problemi neurologici e cognitivi. A danneggiare le componenti edili e a minacciare la nostra salute non è l’umidità, ma la condensa di acqua che si crea. Il cappotto interno Naturawall prevede l’utilizzo di materiali igroscopici che consentono l’assorbimento della condensa e intonaco in argilla. La scelta di utilizzare l’argilla è particolarmente strategica, in quanto ecologica, salubre, funzionale al mantenimento del giusto clima interno e di design.

ITALY ZEHNDER GROUPVentilazione Climatica – Odoacre Oriani

Un eccesso di umidità può portare alla creazione di muffa, macchie sui muri, con conseguente perdita di valore del fabbricato. Per risolvere il problema, sarebbe opportuno passare dalla Ventilazione Meccanica alla Ventilazione Climatica. Questa consente un continuo ricambio dell’aria, rendendola più salubre, con alti livelli di IAQ, recupera il calore dall’aria estratta cedendola all’aria di rinnovo. Inoltre, grazie alla bassissima inerzia dell’aria, è in grado di rispondere immediatamente ai carichi interni, indipendentemente dalle condizioni dell’ambiente esterno semplicemente post-trattando l’aria di immissione.

[ Roberta Di Giuli ]

 

Gli altri partecipanti all’evento

 

Retake Roma, associazione di volontariato che promuove la qualità, la vivibilità e il decoro urbano, mantenendo e migliorando la sua bellezza in un percorso di collaborazione tra cittadini, operatori economici e istituzioni; l’azienda di riciclo creativo Sbottonando, che ha donato la spilla realizzata in cerniera lampo a forma di goccia verde ad ogni nuovo membro di Road to Green 2020; la Pro Loco Forte Sangallo di Nettuno ed il Nettuno Wine Festival, molto attivi per lo sviluppo del territorio e del turismo green, che ha proposto una selezione di vini del litorale laziale abbinati a prelibatezze offerte dal Ristorante «Dal folle» e dal Ristorante «In mezzo al mare» di Nettuno. Infine da segnalare Velato che ha deliziato i presenti con una degustazione di gelati 100% vegetali, realizzati con olio di oliva, senza glutine, lattosio, uova o altri ingredienti di origine animale, a base di prodotti di origine vegetale e biologici.