Home Ambiente Bambooryst, l...

Bambooryst, la bici in bamboo

Particolare, elegante e un po’ più «ecologica» delle bici tradizionali

Cosa può esserci di più ecologico di una bici se non una bici costruita in materiali naturali?

Deve essere stata questa la domanda cui hanno risposto, nel 2014, due ragazzi palermitani che hanno “voluto creare un oggetto che fosse bello, accattivante, ed in sintonia con l’esigenza di unire comodità ed eleganza”.

Ed infatti queste particolarissime biciclette non sono solamente un mezzo di trasporto ma grazie al loro stile possono essere considerate anche complemento di arredamento da porre, una volta spolverate, in bella mostra in un angolo della propria casa.

Si tratta di una due ruote essenziale, realizzata con un materiale caldo come il bamboo, ed elegante nella sua essenzialità: due triangoli, uno anteriore ed uno posteriore, e 8 canne giuntate; una manifestazione concreta del proprio gusto più personale, come un abito su misura, una bella scarpa o un bel libro magari da collezione e questo perché le bici, in particolare, sono sì mezzi da trasporto ma anche oggetti con una loro particolare funzione estetica.

La bicicletta, ancor più della moto, diviene un tutt’uno con chi la cavalca, in quantova in funzione dell’energia profusa e fonde il binomio bici-ciclista con l’ambiente circostante, ancora di più se realizzata in materiale naturale, instaurando un legame inscindibile con l’ambiente esterno che diviene, viste le basse velocità di percorrenza, pienamente e positivamente fruibile.

Il bamboo è un tradizionale e polivalente materiale pregiato, caratterizzato da alta resistenza agli urti, elasticità, durezza tanto che in Asia è da sempre utilizzato, tanto per fare un esempio pregnante, nella cantieristica urbana sotto forma di impalcature ma ancor di più nella costruzione di veri e propri edifici permanenti.

E questo ci riporta alla visione aziendale della Bambooryst che, una volta varcata la soglia di casa, abbandona la funzione di moto per divenire elemento d’arredamento, da mettere in bella mostra nell’intimità del proprio habitat.

Sotto il profilo tecnico, le bici Bambooryst si distinguono per la loro essenzialità: il telaio, interamente realizzato a mano, nasce dall’unione di due triangoli, uno anteriore, uno posteriore e di 8 canne di bamboo giuntate.

Il bamboo con cui sono costruite proviene dal Vietnam mentre i giunti sono in canapa resinata, un materiale nautico dalle grandi doti di resistenza sia torsionale che agli agenti atmosferici.

Le biciclette Bambooryist sono personalizzabili in base alle richieste del cliente con una serie di accessori Brooks, leader nella produzione di sellini in cuoio lavorato a mano, e possono essere fornite sia in versione completa singlespeed e sia come solo telaio a prezzi che si aggirano rispettivamente sui 1.200 e sui 700 euro circa.

La giovane e dinamica azienda palermitana, nata nel 2014 come start-up, ha fra gli altri, il grande pregio di aver messo in piedi una rete di collaborazioni produttive con artigiani indipendenti tutti operanti a Palermo nell’alveo di via Divisi, una strada del Centro storico della Capitale siciliana dove la professionalità è monotematica: vi si trattano infatti solamente bici e relativi accessori.

[ Giovanni Notaro ]