Home Energia Rinnovabili STORAGE PER L...

STORAGE PER L’ENERGIA FOTOVOLTAICA, UN MERCATO DESTINATO AL BOOM

Storage

Il mercato dello storage residenziale passerà da 0,1 a 1,2 miliardi l’anno entro il 2020 e nello stesso anno le auto ibride saranno più vendute di quelle con motori a combustione. Secondo Lux Research, automotive e storage abbinato al fotovoltaico, assieme all’elettronica, spingeranno il mercato degli accumuli a 50 miliardi di dollari l’anno

 

•• È una stima quella di cui parliamo a metà strada tra l’aspirazione allo sviluppo di un settore in ascesa e la realtà che ci circonda che passo dopo passo sta cambiando il nostro sistema di vita. L’assunto è che la diffusione delle auto elettriche e ibride e dell’mmagazzinamento di energia abbinato al fotovoltaico saranno le nuove tendenze che spingeranno il settore degli accumuli nei prossimi anni. Il trend di questo mercato è calcolato ad un tasso medio annuo dell’8%, con la prospettiva di raggiungere i 50 miliardi di dollari l’anno di valore nel giro di 6 anni. In sostanza è l’orizzonte 2020 quello nel quale questo settore si situa a pieno titolo.

Lo studio, lo abbiamo detto è di Lux Research. Le applicazioni nei trasporti, si legge nel rapporto, cresceranno con un tasso annuo medio dell’11%, più in fretta di quelle nell’elettronica. Anche gli accumuli stazionari guadagneranno rapidamente terreno, spinti soprattutto dalle batterie da abbinare al fotovoltaico, i prezzi delle quali sono previsti in calo.

Storage - tabella

Il mercato degli accumuli per il residenziale, per l’integrazione con il FV, si prevede si moltiplicherà per 10 in 6 anni, passando dai circa 100 milioni attuali a 1,2 miliardi al 2020. A spingere la crescita, spiega il rapporto, un’industria molto matura che permetterà ai prezzi di scendere, forme di finanziamento innovative e politiche incentivanti come quelle messe in campo dalla Germania. Gruppi di continuità e sistemi di backup saranno un altro settore chiave degli accumuli stazionari, con un mercato da circa 700 milioni al 2020, mentre le grandi batterie per la gestione dell’energia da rinnovabili non programmabili a livello utility-scale avranno un giro d’affari di circa 300 milioni l’anno.

A livello di cifre assolute saranno i veicoli elettrici e ibridi – sottolinea ancora il report di Lux Researcha contribuire di più alla crescita del mercato dello storage: al 2020 il giro d’affari degli accumuli usati nei trasporti salirà a 21 miliardi di dollari l’anno, colmando gran parte del gap nei confronti delle applicazioni per l’elettronica che, spinte da smartphone e tablet, peseranno per 27 miliardi sui 50 annui previsti per fine decennio

É questo, tra l’altro, il settore nel quale assisteremo al sorpasso del motore elettrico su quello a combustione. Un traguardo vicino osserva Lux Research: con uno share di mercato del 53% saranno quelli con motore ibrido i veicoli più venduti nel 2020, 59 milioni l’anno ai quali vanno sommati circa 440mila veicoli full-electric.

Roberto Mostarda