Home Aziende Eolico Vestas...

Eolico Vestas in Italia: 20 anni di attività per 4 GW di capacità

Nel nostro Paese la potenza installata dall’azienda danese leader del settore supera il 40% dell’energia eolica totale. E il futuro promette crescita

 

«20 anni di energia eolica in Italia: cosa ci aspetta?», recita così il titolo dell’incontro tenutosi a Roma e voluto dall’azienda danese leader del settore, ma la risposta, dando un’occhiata ai numeri dell’impegno ventennale nel nostro Paese, inducono a prevedere un domani dai grandi numeri. Infatti, correva l’anno 1991 quando Vestas installava in Italia la prima turbina eolica, rendendo il nostro uno dei Paesi pionieri del settore. Da allora la crescita di Vestas sul territorio nazionale è stata esponenziale.

La capacità complessiva installata è oggi pari a 4 GW, corrispondente a una quota cumulativa di mercato superiore al 40%. Ammonta a 4,1 GW la potenza manutenuta da Vestas in Italia, includendo anche impianti di brand diversi da Vestas.

Nel corso del dibattito a «Roma Eventi» – dove hanno dato il loro contributo, sotto la regia del giornalista Antonio Cianciullo, anche Maria Castaldi (Senior Director Service Vestas), Alberto Musso (COO E2ì Energie Speciali), Felice Santarelli (CEO Inergia), Alessandro Toschi (Director Baywa), José Maria Guillot (Product&Commercial Manager WTG Optimiz), Pau Roca (Director Technical Sales Support Vestas), Tommaso Barbetti (Partner Elemens) e Valerio Capizzi (Head of Energy EMEA ING Bank) – Vestas ha anche voluto sottolineare come innovazione tecnologica e strumenti digitali rappresentino i principali driver per garantire ulteriore sviluppo al mercato italiano dell’energia eolica. Alla discussione, insieme ai rappresentanti di Vestas in Italia e in Europa, hanno partecipato anche il Senatore Gianni Girotto, Presidente della 10ª Commissione permanente (Industria, Commercio, Turismo) e il Presidente di ANEV, Simone Togni.

Sul territorio presenza diffusa degli impianti

Nel nostro Paese Vestas ha anche installato la maggior parte dei modelli di turbine eoliche disponibili, spingendosi, oltre che nei territori più a vocazione eolico come il Centro, il Sud e le Isole, anche in regioni d’Italia dalle condizioni climatiche più estreme, come la Valle d’Aosta. Vestas può inoltre vantare 94 GW di potenza installati in 79 diversi stati nel mondo; in 35 nazioni è stato il primo player in assoluto a introdurre impianti ad energia eolica.

Rainer Karan, vice-President, East Mediterranean, Vestas, ha commentato, “L’Italia è un mercato chiave per l’energia eolica, particolarmente ricettivo e sensibile all’importanza della sostenibilità e delle energie rinnovabili, come dimostrano i 4 GW di capacità installata che festeggiamo nel Paese. Qual è ora il futuro del settore? Dopo le prime quattro aste, del cui risultato siamo particolarmente soddisfatti, ed in preparazione alle future aste, uno dei principali driver sarà l’innovazione e l’uso delle più moderne tecnologie al servizio del miglioramento delle performance degli impianti. Il potenziale che può derivare da una migliore gestione dell’esistente è enorme. Noi di Vestas siamo convinti che l’applicazione all’eolico di tecnologie digitali, software di analisi dei dati provenienti dagli impianti e sistemi di monitoraggio delle performance energetiche siano strumenti su cui investire. Proprio per questo, siamo alla costante ricerca di nuove soluzioni di questo genere. In questa direzione si pone la recente acquisizione da parte nostra di Utopus Insights, azienda specializzata nell’analisi dati al servizio delle performance energetiche. Si tratta per noi di una grande opportunità di ulteriore sviluppo del settore eolico, non solo in Italia, bensì in tutta Europa e nel mondo”.

[ Roberta Di Giuli ]