Home Aziende RENAULT TRUCK...

RENAULT TRUCKS OPTIFUEL CHALLENGE 2014: SFIDA ECOLOGICA TRA BISONTI

Renault

Conclusa a Nizza la terza edizione del concorso che ha visto la partecipazione di 28 equipaggi di quindici differenti nazioni. Al volante del T460 Optifuel di Renault Trucks hanno dato prova della loro capacità di razionalizzare il proprio stile di guida in funzione di efficienza globale e risparmio di carburante

Si è conclusa il 29 ottobre 2014, a Nizza, la terza edizione dell’«Optifuel Challenge», che ha visto i primi tre posti conquistati rispettivamente dai francesi Stéphane Saves, autista della Società Semezies, Jean-Philippe Rioux, rappresentante della Stef, e dall’ungherese Dániel Nagy della Káta-Kamion.

I 28 finalisti hanno superato gli eventi nazionali, che si sono svolti in 15 paesi ai quali hanno partecipato oltre 1.200 imprese di trasporto rappresentate da 6.000 «eco-drivers» al volante dei loro mezzi, mentre nel corso della finale, i 28 selezionati hanno gareggiato al volante del Renault Trucks T, eletto lo scorso settembre «International Truck of the Year 2015».

Il concorso si è svolto in due fasi

1) Fase teorica: risposta ad un questionario sulla conoscenza dei principi di base della guida razionale e su come ottimizzare il consumo di carburante.

2) Fase pratica: i finalisti – accompagnati da un demo-driver – hanno svolto un percorso su strada al volante del Renault Trucks T460 Optifuel, equipaggiato con il motore DTI 11.

Renault Trucks

Al fine di garantire a tutti i partecipanti le medesime probabilità di vittoria:

? ciascuno degli autoarticolati (veicolo + semirimorchio) è stato calibrato (ad esempio fra le varie operazioni è stata uniformata su tutti i veicoli la pressione degli pneumatici);

? l’ordine di immissione delle squadre sul percorso è stato scelto in modo casuale;

? ogni driver finalista è stato accompagnato da un team composto dai rappresentanti dell’azienda di appartenenza e da un componente della rete Renault Trucks che hanno monitorato e tenuto man mano traccia in tempo reale delle prestazioni del driver grazie al software di gestione della flotta Optifleet;

? ciascun truck è stato poi seguito lungo tutto il percorso da un veicolo supplementare i cui occupanti avevano il compito di prendere nota dei vari elementi ambientali di disturbo alla guida e di appianare eventuali impatti negativi legati al traffico;

? terminata la prova, le prestazioni di guida (numero di frenate, tempo del piede sollevato, percentuale di consumo all’interno della zona verde ecc.), la velocità e il consumo di carburante sono stati analizzati tramite il software Optifuel Infomax (strumento per la misurazione e l’analisi dei consumi di Renault Trucks).

Infine, ciascun concorrente ha ricevuto un preciso feedback sulla propria performance.

Le dichiarazioni

Il vincitore Stéphane Saves, rappresentante dell’azienda di trasporto francese Sémézies, che ha conquistato il titolo di «Best International Eco-Driver» e si è aggiudicato – titolo a parte – un buono acquisti da 8.000 € oltre ad un iPad mini e il dispositivo GPS Nav’Truck Europe, ha dichiarato: “Sentivo di poter lottare per il titolo. Ho ricevuto una buona formazione dagli esperti Renault Trucks riguardo le tecniche di guida razionale che mi hanno permesso di risparmiare 6 litri ogni 100 km. Applico quotidianamente tutti gli insegnamenti appresi nel corso del Programma Optifuel e uso Infomax per migliorare sia i miei consumi sia il mio stile di guida. Al traguardo mi sentivo ancora agitato, la pressione era tremenda… “. Ha poi continuato: “Sono davvero felice di aver vinto il concorso e spero di difendere il mio titolo il prossimo anno!”. Da notare che il vincitore aveva alle spalle un’esperienza di soli 6 anni di guida professionale.

Renault Trucks

Jean-Philippe Rioux, rappresentante della francese Stef e secondo arrivato, ha ammesso di aver partecipato alle selezioni senza alcuna preparazione specifica per la competizione, facilitato però dai suoi 30 anni di esperienza e dal fatto di lavorare quotidianamente per diffondere le buone pratiche di guida all’interno della società: “Il mio obiettivo era quello di finire tra i primi 3, quindi sono entusiasta. Sono contento della mia prestazione; ho usato l’Optiroll al 50% e ritengo che questo abbia fatto la differenza”.    Alla finalissima era accompagnato da Gilles Wachalski, che gestisce il programma di formazione dei conducenti di Stef: “Questo secondo posto è un riconoscimento della qualità dei nostri conducenti, i quali ricevono una formazione ogni tre anni. La formazione è parte integrante dei loro obiettivi e della cultura aziendale di Stef.”. Rioux ha vinto un buono acquisti del valore di 2.000 €, il dispositivo Nav’Truck Europe e un iPad mini.

Il terzo gradino del podio è andato al ventiseienne ungherese Dániel Nagy dell’azienda Káta-Kamion. Un rappresentante della rete di distribuzione Renault Trucks ha convinto Dániel a partecipare all’Optifuel Challenge data la sua particolare attenzione ai consumi e alle tecniche di guida razionali. “Káta-Kamion è l’azienda di famiglia e proprio per questo ho sempre cercato di dare il massimo per ridurre i miei consumi di carburante”, spiega Dániel, il quale ha ricevuto un buono acquisti da 1.000 € oltre al dispositivo Nav’Truck Europe e un iPad mini,

Ma non sono stati solo gli eco-drivers ad essere stati premiati:

? la società Sémézies ha ricevuto un nuovo Renault T460 Optifuel a noleggio gratuito per un anno;

? alla Stef è stato attribuito un buono acquisti Renault Trucks da 3.000 €;

? la Káta-Kamion ha ricevuto un buono acquisti Renault Trucks del valore di 2.000 €;

? anche l’Italia è entrata in finale con due suoi rappresentanti il primo dei quali, Raniero Corazza dell’Ecoservice Srl, si è classificato in quarta posizione a pochi punti dal terzo, mentre Ion Ciobanu, della Tipes è stato un poco più attardato. Ad ogni modo entrambi -soddisfatti di essere entrati in finale – si sono dichiarati pronti ad accettare la sfida anche per il prossimo anno.

Renault Trucks e la riduzione dei consumi

Ideato e organizzato da Renault Trucks dal 2012, l’«Optifuel Challenge» è un pratico e significativo esempio dell’impegno che la casa della Losanga profonde a favore dei propri clienti in tema di riduzione dei consumi tanto da inserirsi nella strategia aziendale di formazione ed assistenza a trasportatori ed autisti in tema di guida parsimoniosa e razionale sia come tecnica e pratica quotidiana e sia fornendo loro i giusti strumenti.

Renault Trucks

L’approccio aziendale al problema consumi (e inquinamento) nel prodotto è globale e lo dimostra l’integrazione dei seguenti elementi in particolare nella nuova gamma Renault Trucks T, che:

• è stata pensata e progettata in ogni sua componente – dalla cabina alla catena cinematica – con l’obiettivo di ridurre i consumi di carburante, ed è predisposta per il montaggio del sistema Optifleet (soluzione informatica on-board per la gestione delle flotte che permette di risparmiare fino a € 5.000 all’anno per veicolo);

• beneficia dei vantaggi propri delle Optifuel Solutions tra i quali, ad esempio, l’Optifuel Programme che comprende Optifuel Training, la formazione alla guida razionale offerta dagli esperti Renault Trucks, e Optifuel Infomax, il software di analisi e monitoraggio dei consumi di carburante. Con l’Optifuel Programme, una flotta può risparmiare fino al 15% di carburante;

• beneficia di due prodotti complementari Optifuel Infomax e Optifleet, che formano un kit completo di strumenti di misurazione dei consumi, di analisi e di monitoraggio e possono essere adattati alle esigenze e dimensioni di ogni singolo cliente, anche se di dimensioni medio-piccole.


Giovanni Notaro
[20 Nov 2014]