Home Aziende KONICA MINOLT...

KONICA MINOLTA, MARCHIO GREEN

Konica Minolta

Dai materiali alle tecnologie di produzione, dall’organizzazione aziendale alla gestione dei materiali esausti dei clienti, fino alla riduzione delle emissioni dell’80% entro il 2050. Questi gli itinerari verdi percorsi dall’Azienda

•• Una storia colorata di verde quella di Konica Minolta che, leader nelle tecnologie di stampa e gestione documentale da ufficio e per il mercato delle arti grafiche, non ha mai smesso di impegnarsi nella salvaguardia dell’ambiente. Un rispetto verso l’ecosistema che accompagna tutta la vita dei suoi prodotti: insignita con il Premio «Global Warming Prevention Activity» 2013, di recente l’Azienda ha annunciato di adottare le linee guida stabilite da IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) che prevedono per il 2050 una riduzione delle emissioni di CO2 pro capite dell’80%. Così facendo, con il programma «Eco Vision 2050», Konica Minolta si è posta l’obiettivo di ridurre proprio dell’80% le emissioni di CO2 legate al ciclo di vita dei propri prodotti.

Tre gli ambiti d’intervento

? «Prodotti Green» attraverso l’utilizzo di plastiche riciclate e bio plastiche.

? «Fabbriche Green» per la riduzione dell’impatto ambientale.

? «Green Marketing» con l’ottimizzazione della supply chain e il miglioramento dell’efficienza della distribuzione, oltre alla riduzione dei materiali d’imballaggio. Inoltre, in risposta alle richieste dei clienti, andrà a ridurre l’impatto ambientale attraverso servizi ICT, a pianificare e prevedere un sistema ottimale di raccolta e riciclo dei prodotti esausti denominato EcoHub.

I marchi Energy Star e Blue Angel presenti sui sistemi multifunzione per ufficio di Konica Minolta attestano inoltre la piena corrispondenza con le nuove e più restrittive norme di certificazione mondiali relative al risparmio energetico e all’impatto ambientale.

Il Business Operations Director di Konica Minolta Business Solutions Italia Giovanni Bassetti ha dichiarato: “Utilizzando i nostri prodotti, i clienti possono dimostrare e comunicare piena coerenza tra il loro brand e le politiche di eco sostenibilità, grazie a un minor consumo di energia e una netta riduzione dei costi”.

Konica MinoltaNon a caso, per il secondo anno consecutivo, Konica Minolta è una delle prime 100 aziende del settore (su un panel di 2.500) nel Dow Jones Sustainability World Index, l’indice mondiale delle organizzazioni operanti per la sostenibilità ambientale ed è stata anche segnalata per il quinto anno consecutivo nel Dow Jones Sustainability Asia Pacific Index oltre ad essere inclusa nel FTSE4Good Global Index del gruppo britannico FTSE e nel Morningstar Socially Responsible Investment Index con sede in Giappone.

Dai materiali BIO al riciclo e raccolta dei materiali esausti

L’Azienda giapponese ha progettato, per la realizzazione dei propri dispositivi, materiali ecosostenibili innovativi quali la nuova lega polimerica di PET riciclato (caratteristiche notevolmente superiori al PET tradizionale essendo meno fragile, maggiormente ignifuga e più facilmente impiegabile in produzione) e la bioplastica a base vegetale meno impattante per l’ambiente poiché richiede meno risorse a base di petrolio per la produzione, quindi con una netta diminuzione delle emissioni di biossido di carbonio.

Inoltre, i clienti Konica Minolta, la filiale italiana ha conseguito la Certificazione ISO 14001 che attesta e garantisce il proprio «sistema di gestione ambientale, possono usufruire del servizio ECOhub per la gestione, il ritiro e lo smaltimento dei materiali di scarto dell’ufficio quali materiali RAEE, toner esausti, plastica, cd e dvd, carta, lattine, pile, neon a un unico prezzo su tutto il territorio italiano.

Come ha dichiarato Shoei Yamana Presidente e CEO di Konica Minolta, Inc. “nei processi produttivi occorre non solo introdurre nuovi prodotti con caratteristiche ecocompatibili all’avanguardia, ma anche perseguire nuovi modi di tutelare l’ambiente.”


[Redazione PROTECTAweb]
[25 Nov 2014]