Home Aziende Ford: report ...

Ford: report sulla sostenibilità e successi…

Ford Motor Company presenta il 19esimo report sulla sostenibilità e racconta la sua personale conquista: aver raggiunto l’obiettivo di riduzione del 30% delle emissioni di CO2 dei propri processi di produzione, otto anni prima del previsto. Ecco come

Ha battuto la strada dell’impegno ambientale, puntando soprattutto sul risparmio energetico ed oggi Ford comunica al mondo di aver raggiunto l’obiettivo di riduzione del 30% delle emissioni di CO2 dei propri processi di produzione. Ma a fare più di tutti notizia sono i tempi: risultato raggiunto otto anni prima del previsto. Nel 2017 invece del 2025.

L’annuncio è avvenuto a Dearborn, Michigan, in occasione dell’uscita del 19esimo report annuale sulla sostenibilità in cui sono stati presentati risultati sensazionali: una riduzione, dal 2010 al 2017, di oltre 3,4 tonnellate di emissioni di CO2 derivanti dalla produzione globale, equivalenti a quelle emesse da oltre 728.000 automobili nel corso di un anno.

Nel 2010, infatti, l’Environmental Quality Office di Ford si era posta l’importante obiettivo di ridurre del 30%, entro il 2025, le emissioni di anidride carbonica generate dalle operazioni di produzione per ogni veicolo.  “Siamo orgogliosi del lavoro svolto per raggiungere questo obiettivo”, ha dichiarato Bruce Hettle, Group vice-President, Manufacturing and Labor Affairs. Abbiamo apportato diversi miglioramenti ai nostri processi di produzione, dall’illuminazione che utilizziamo al consolidamento degli impianti, tutti fattori che hanno contribuito a ridurre drasticamente il nostro impatto sulle emissioni di CO2”.

Il percorso con destinazione il risparmio

Per rendere possibile questo importante risultato il Gruppo americano ha puntato al risparmio energetico ed ha messo a punto cambiamenti che si sono rivelati strategici per migliorare l’efficienza negli stabilimenti di produzione, come l’installazione di oltre 100.000 dispositivi per l’illuminazione a Led e l’aggiornamento dei processi di verniciatura. “I processi di verniciatura necessitano di un grosso dispendio energetico”, ha dichiarato Andy Hobbs, Director, Environmental Quality Office. “L’introduzione di una nuova tecnologia che consente l’applicazione della vernice wet-on-wet, ha ridotto significativamente il consumo energetico in più impianti pur mantenendo inalterata la qualità”.

 

Il prossimo capitolo della storia di rispetto ambientale Ford parlerà di energie rinnovabili: “Continueremo a porci obiettivi ambiziosi impegnandoci per creare strategie innovative per raggiungerli”, ha affermato Hettle. “La nostra prossima strategia si concentrerà sull’incremento dell’uso di energie rinnovabili, pur mantenendo le nostre efficienze energetiche”. Ford, inoltre, continua a concentrarsi sulla costante riduzione delle emissioni di CO2 dei propri veicoli, nell’ambito dell’adesione all’Accordo sul clima di Parigi (Paris Climate Accord). L’Ovale Blu, infatti, si sta impegnando in questo senso, come testimonia l’investimento di 11 miliardi di dollari per la realizzazione, entro il 2022, di 40 modelli ibridi e completamente elettrici.

[ Roberta Di Giuli ]

[ Un impegno su più fronti ]

Il Sustainability Report di Ford Motor Company 2017-18 descrive i passi compiuti nel conseguire i propri obiettivi, in termini di responsabilità ambientale e le attività in corso, per affrontare le problematiche legate al cambiamento climatico, tra cui:

Electrification

Ford Motor Company, BMW, Gruppo Daimler e Gruppo Volkswagen, con Audi e Porsche, hanno dato vita a IONITY, joint venture nata per l’implementazione di una rete di punti di ricarica rapida (High-Power-Charging), per le auto con alimentazione elettrica, al fine di assicurare la copertura di grandi distanze sulle strade europee. Attraverso IONITY si prevede la realizzazione di oltre 400 stazioni di ricarica rapida, distribuiti sul territorio europeo entro il 2020. La rete di ricarica ultra-rapida, ad alta potenza, raggiungerà i 350 kW, quindi molto più veloce rispetto alle tecnologie di ricarica disponibili al momento.  L’installazione delle prime 20 stazioni ha avuto inizio nel 2017, con una prima stazione realizzata in Germania, che sarà attiva nel corso del 2018. Si tratta di un passo importante verso la diffusione sul mercato europeo delle auto elettriche, approccio che contribuirà ad affrontare il cambiamento climatico.

Products and Operations

Oltre a raggiungere l’ambizioso obiettivo prefissato relativo alla riduzione delle emissioni di gas serra da produzione, Ford continua a concentrare le sue energie nella ricerca di materiali sostenibili. A oggi, quasi 300 componenti di un veicolo derivano da fonti rinnovabilii, tra cui: soia, grano, riso, kenaf (ibisco), cellulosa d’albero, iuta e cocco. Dall’introduzione, nel 2011, della schiuma a base di soia sulle linee di produzione, l’Ovale Blu, ha raggiunto una riduzione di 228 milioni di chili di CO2, l’equivalente di quella assorbita da quattro milioni di alberi in un anno.