Home Ambiente PlanetSolar: ...

PlanetSolar: cavalcare le onde dell’ecologia

PlanetSolar

Il 4 settembre arriva a Venezia la più grande barca ad energia solare al mondo. Al suo attivo: un virtuoso viaggio intorno al globo

•• 35 metri di lunghezza, 512 mq di pannelli fotovoltaici, 1 motore elettrico con una potenza massima di 120 kW, zero emissioni di CO2, autonomia illimitata. È il suggestivo identikit di «PlanetSolar», la più grande imbarcazione ad energia solare al mondo che sbarcherà a Venezia domani giovedì 4 settembre portando con sé la sua storia da primato ambientale: è stata infatti la prima imbarcazione del tipo a compiere il giro del mondo. Tempo impiegato: 584 giorni. Chilometri percorsi: 60.000 km. Paesi toccati: 28. Il 4 maggio 2012, il virtuoso catamarano di ideazione svizzera ma «made in Germania», ha terminato dunque il giro del globo promuovendo l’utilizzo dell’energia solare e dimostrando affidabilità ed efficacia delle tecnologie attualmente disponibili.

PlanetSolar

Dal 2013 l’imbarcazione, divenuta l’emblema della navigazione più verde, ha iniziato a rappresentare un banco di valutazione delle tecnologie utilizzate. Il catamarano solare svizzero, che vanta una prestigiosa collaborazione con l’Università di Ginevra, può infatti prevedere un utilizzo civile nel campo della mobilità sostenibile oltre che rappresentare una risposta in ambiti scientifici e didattici per sensibilizzare sull’uso delle energie rinnovabili.

Ormeggiata per sei mesi

Il capolavoro ecologico sarà accolto nel nostro Paese attraverso le braccia di Venezia, unica tappa italiana del suo Tour mondiale. Così domani mattina 4 settembre il catamarano farà il suo ingresso in laguna attraverso la bocca di porto di Lido, quindi sfilerà di fronte a Piazza San Marco per poi dirigere la prua verso l’Isola della Certosa scelta come ormeggio permanente per i prossimi sei mesi, ossia fino all’avvio di EXPO2015 che vede Venezia impegnata su diversi progetti proprio legati al mondo dell’acqua e della sostenibilità.

PlanetSolar

La scelta dell’ormeggio presso il marina della Certosa conferma l’affidabilità del porticciolo e testimonia come l’isola sia ormai riconosciuta quale esempio virtuoso di riqualificazione e sostenibilità ambientale.

Roberta Di Giuli
[03 Set 2014]