Home Ambiente MITSUBISHI EL...

MITSUBISHI ELECTRIC: IN ARRIVO IL REPORT AMBIENTALE 2016

Mitsubishi

Mitsubishi Electric Corporation ha annunciato l’imminente pubblicazione del report ambientale di Mitsubishi Electric Group per l’anno fiscale conclusosi a marzo 2016 in cui si evidenza il raggiungimento di tutti i principali obiettivi principali ed il potenziamento della gestione ambientale a livello globale 

•• Le anticipazioni evidenziano che il Gruppo ha investito in iniziative a favore dell’ambiente 5,1 miliardi di yen (circa US $ 45 milioni) raggiungendo gran parte degli obiettivi relativi alle emissioni totali di anidride carbonica generate dai processi di produzione e dall’utilizzo delle materie prime e dei prodotti a questi connessi.

Il report (www.MitsubishiElectric.com/company/environment) analizza le operazioni effettuate da Mitsubishi Electric e dalle sue 191 affiliate (112 in Giappone e 79 nel resto del mondo), concentrandosi sull’impegno globalmente posto nella riduzione delle emissioni dei gas serra, nell’aumento delle operazioni di riciclo nella società, nell’aumento della sensibilizzazione su tali tematiche e nel potenziamento della gestione ambientale.

Vengono inoltre presi in esame gli impegni assunti per il raggiungimento di tali obiettivi e per l’implementazione delle politiche stabilite ai sensi del Piano ambientale triennale di Mitsubishi Electric Group. Lanciato nel mese di aprile 2015 come ottavo progetto triennale dell’azienda per l’azione ambientale, il piano è allineato a una visione a lungo termine che culminerà nel 2021 in occasione del centenario dalla nascita di Mitsubishi Electric. 

Iniziative e risultati chiave

1) Riduzione delle emissioni di gas serra dai prodotti e dalla produzione. Il Gruppo ha ridotto le emissioni totali annue di gas serra a 1,28 milioni di tonnellate (120.000 in meno rispetto all’obiettivo di 1,4 milioni di tonnellate). Le emissioni di altro tipo sono scese a 240.000 tonnellate su una base equivalente di anidride carbonica, riducendo l’uso di idrofluorocarburi negli stabilimenti all’estero e migliorando il recupero di esafluoruro di zolfo. Le perdite di energia si sono ridotte di 13.000 tonnellate sostituendo i climatizzatori, i generatori di energia e gli impianti di illuminazione nelle strutture, e di ulteriori 11.000 tonnellate grazie all’installazione e all’utilizzo di sistemi di controllo e monitoraggio dell’energia. Le emissioni di anidride carbonica generate da 107 ecoprodotti Mitsubishi Electric sono diminuite in media del 34% rispetto all’anno fiscale 2001.

2) Riciclo. Il tasso di smaltimento finale dei rifiuti è aumentato grazie all’ottimizzazione della raccolta differenziata, alla nuova selezione di aziende partner di riciclo e a strategie logistiche più efficienti. Le affiliate al di fuori del Giappone hanno conseguito un tasso dello 0,67%, ben al di sotto dell’obiettivo fissato allo 0,8%. Inoltre, l’utilizzo di risorse è stato ridotto al 39% del livello dell’anno fiscale 2001 grazie alla fabbricazione di prodotti più leggeri e compatti.

3) Sensibilizzazione ambientale. Mitsubishi Electric ha coinvolto nelle sue attività di sensibilizzazione pubblica in ambito naturalistico 4.700 partecipanti, rispetto ai 3.500 previsti. Le strutture sono state ampliate, con l’aggiunta di nuove attività e il sostegno di membri influenti e organizzazioni no profit. I programmi di e-learning per la gestione ambientale sono stati estesi a 98 filiali nel mondo, con l’obiettivo di aumentare la sensibilità ambientale nell’ecosfera Mitsubishi Electric.

4) Gestione ambientale. È stato valutato l’impatto ambientale di 90 strutture attive in tutto il mondo utilizzando un nuovo indicatore che ingloba fattori quali inquinamento dell’aria e dell’acqua, dispersione di sostanze chimiche, emissioni di gas serra e smaltimento dei rifiuti. Le attività delle strutture che hanno ottenuto un punteggio più elevato sono state condivise tra gli impianti in tutto il mondo al fine di potenziare la gestione ambientale a livello globale.

Vale inoltre sottolineare che Mitsubishi Electric punta sull’innovazione e sull’Italia come dimostrato dalla recente, totale acquisizione di DeLclima (ora Melco – Mitsubishi Electric Company) e dalla costituzione ad Agrate Brianza del suo nuovo Centro europeo per l’FA (Factory automation), finora gestita in Polonia.

[Redazione PROTECTAweb]
[14 Lug 2016]