Home Ambiente L’UE premia l...

L’UE premia la «piantagione» del progetto GAIA

Progetto GAIA Bologna

Roberta Di Giuli • Scendono in campo… 3.000 alberi che si stabiliranno a Bologna con l’obiettivo del miglioramento della qualità dell’aria

 

•• Metteranno… le radici in città, andando a compensare un totale di circa 9.000 tonnellate di CO2 emesse, i 3mila alberi chiamati a stabilirsi a Bologna secondo quando previsto dal progetto «Gaia», promosso dal Comune di Bologna in partnership con Unindustria Bologna e Impronta Etica, CNR-IBIMET e Cittalia. L’obiettivo: migliorare la qualità della vita nelle zone  urbane e industriali della città, con il coinvolgimento diretto delle imprese.

Gaia (www.lifegaia.eu) è cofinanziato dal programma europeo per l’ambiente «Life» ed ha ottenuto un importante riconoscimento dalla Commissione europea che lo ha definito uno dei migliori progetti «Life» inserendolo nella categoria «best of the best projects».

 

Prima area Progetto GaiaTra gli interventi di piantagione più interessanti, quelli relativi all’area industriale delle Roveri su cui si è focalizzata l’attenzione di un’industria di Bologna che, commissionando la realizzazione di un masterplan per la sistemazione paesaggistica dell’area industriale, ha voluto evidenziare le potenzialità di riqualificazione delle aree urbane attraverso un uso attento del verde.  Il verde, infatti, può giocare, in un contesto urbano ed industriale, un ruolo importante poiché contribuisce all’assorbimento della CO2 ed al miglioramento della qualità dell’aria (per misurare gli effetti le aziende possono contare su uno strumento informatico di calcolo messo a loro disposizione gratuitamente), oltre che aumentare le caratteristiche di gradevolezza e di qualità estetica di un paesaggio e aiutare a mitigare il cosiddetto effetto «isola di calore», caratteristico di aree ad elevata concentrazione di edifici.

Ad aprile partirà la seconda fase del progetto Gaia in cui l’impegno dell’Amministrazione   pubblica e dei partner di progetto proseguirà nell’attività di piantagione e di coinvolgimento delle aziende, di altri partner come i commercianti o comitati di cittadini. Gaia ha già consentito, nel corso del 2012, la messa a dimora di nuovi alberi nel parco pubblico di Villa Angeletti, la sistemazione a verde del Cortile del Pozzo di Palazzo D’Accursio e la piantagione di alberi in alcuni lotti dell’area  industriale delle Roveri, nei parchi Tanara e San Donnino per un totale di 236 nuovi alberi, per un totale di 708 tonnellate di CO2 compensate.

 

Roberta Di Giuli