Home Ambiente La materia pr...

La materia prima della sostenibilità

Legno&Edilizia in contemporanea ad ECOHOUSE da 7 al 10 febbraio alla Fiera di Verona, rappresenta una mostra dell’abitare sostenibile, delle tecnologie green e del risparmio energetico. Un nome in linea con la tradizione di PROTECTAweb, che da anni sta portando avanti il progetto ecoHouse ed ecoOffice360

 

ECOHOUSE, esposizione di materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia, debutta in contemporanea a Legno&Edilizia – 11° mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia, dal 7 al 10 febbraio 2019 in Fiera a Verona.

Ado Rebuli Presidente di Piemmeti S.p.A. la società di Veronafiere che organizza la biennale spiega che “Attraverso una sintesi delle innovazioni di un settore strategico per le economie di famiglie, imprese ed enti oltre che per l’ambiente, ECOHOUSE si rivolge a progettisti, installatori, imprenditori edili e ristrutturatori”.

Gli fa eco Raul Barbieri Direttore di Piemmeti: “A darle vita, sui 25.000 metri quadrati di due padiglioni, saranno aziende di primo piano nell’edilizia ecosostenibile, nelle tecnologie efficienti per il comfort ambientale, nelle energie rinnovabili e nella domotica”.

Tra queste la torinese Asja Ambiente Italia S.p.A. specializzata in energia verde ed efficienza energetica, che presenta Totem un micro cogeneratore adatto al residenziale; l’udinese Evoluthion Srl che propone un innovativo ed evoluto sistema di climatizzazione a basso consumo; l’altoatesina Finstral S.p.A., uno dei principali costruttori di finestre in Europa; la multinazionale tedesca Fronius che presenta sistemi di accumulo di energia, inverter e software per rendere più efficiente l’impianto fotovoltaico; la multinazionale milanese Vortice S.p.A. specializzata in aspiratori-ventilatori e climatizzatori.

E poi ci sono le industrie che con le tecnologie energetiche più sofisticate consentono grandi risparmi in tema di riscaldamento e di emissioni: tra queste la maceratese Laminox, la vicentina Nordica Extraflame, la Palazzetti di Pordenone, la Solarfocus di Bolzano, con stufe e caldaie a pellet. Da segnalare anche la presenza del Venetian Green Building Cluster, la nuova rete innovativa regionale che da fine 2018 riunisce oltre 80 produttori veneti del comparto edile impegnati nella trasformazione green del settore, praticamente alla sua prima «uscita» ufficiale.

ECOHOUSE gode del Patrocinio dei principali enti e associazioni del settore: Coordinamento FREE (Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica), ENEA, FIRE (Federazione Italiana per l’Uso Razionale dell’Energia), Kyoto Club, Italia Solare, Legambiente AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali). Anche grazie alla loro collaborazione, visitatori ed espositori di Legno&Edilizia ed ECOHOUSE potranno contare su un ricco programma convegnistico, a partire dall’evento inaugurale promosso in cooperazione con il Coordinamento FREE sulla nuova direttiva europea per l’efficienza energetica in edilizia, che vedrà la presenza, tra gli altri, dell’AD del GSE Roberto Moneta, del prof. Antonello Rizzi della Sapienza Università di Roma, del Presidente dell’ENEA Federico Testa, delle principali associazioni di categoria. Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario allo Sviluppo economico on. Davide Crippa.

Notiamo con piacere che gli Organizzatori hanno voluto intitolare la mostra ECOHOUSE, esattamente come il progetto ecoHouse & ecoOffice360 che PROTECTA ha ideato e sta portando avanti da alcuni anni e che ha visto il mese passato la visita al cantiere dell’ing. Marco Mari, vice-Presidente del Green Building Council Italia.

[ Redazione PROTECTAweb ]