Home Ambiente BAU 2019, edi...

BAU 2019, edizione dei record alla Fiera di Monaco di Baviera

Il futuro delle costruzioni focalizzato su temi di grande attualità, quali sostenibilità, efficienza energetica e progettazione, con particolare attenzione all’innovazione digitale e alla domotica. Questi i temi centrali dell’edizione 2019 del BAU, il principale salone internazionale dedicato all’edilizia, materiali da costruzione e architettura

Il polo fieristico di Monaco di Baviera ospita ogni anno oltre 200 eventi che coinvolgono più di 50.000 espositori e circa 3 milioni di visitatori, inoltre, con gli altri eventi fieristici organizzati in Cina, India, Brasile, Russia, Turchia, Sudafrica, Nigeria, Vietnam e Iran, «Messe München» dispone di una struttura organizzativa imponente su scala mondiale.

Per l’edizione 2019 del BAU (14-19 gennaio), il polo fieristico di Monaco si è ulteriormente ampliato con nuovi padiglioni, in tal modo i 2.250 espositori (2.120 nel 2017) provenienti da 45 Paesi, hanno avuto a disposizione oltre 200.000 metri quadrati per presentare le ultime novità nel campo dell’edilizia, oggi più che mai focalizzata sui temi dell’ecosostenibilità e della domotica per la gestione intelligente dei consumi energetici.

La tecnologia solare ha un ruolo sempre più importante nella produzione di energia in un edificio e la sua digitalizzazione nell’ottica di una «Smart Home» consente di ottimizzare la gestione del riscaldamento e degli elettrodomestici, impostando gli orari di utilizzo sulla base della disponibilità di energia, massimizzando pertanto l’autoproduzione e il consumo.

Il crescente interesse del pubblico e dei progettisti per questa innovazione tecnologica chiamata semplicemente «domotica» evidenzia che la digitalizzazione nell’edilizia è ormai ben avviata.

Eccellenze italiane al BAU

Nel più importante salone d’Europa nel settore dell’edilizia si respira un’atmosfera tipicamente bavarese e tra i 2.250 espositori al BAU 2019 c’erano anche 150 aziende italiane, impossibile nominarle tutte, però ognuna di esse eccelle nella produzione di soluzioni per l’efficientamento energetico.

Tra queste, la Atena di Gruaro (VE) che produce una vasta gamma di pannelli e controsoffitti in gesso che si distinguono per la massima personalizzazione estetica al fine di soddisfare ogni esigenza progettuale.

Il legno è una materia prima naturale e il Gruppo Rubner di Kiens in Val Pusteria (BZ) ne ha fatto la sua filosofia industriale, in quanto sostengono che utilizzare il legno per creare ambienti abitativi consente di renderli più sani e rendere il settore dell’edilizia più sostenibile. Nelle loro 19 sedi distribuite in 4 Paesi europei, il Gruppo Rubner soddisfa ogni esigenza per qualsiasi tipo di costruzione in legno, dai grandi progetti chiavi in mano, alle case e alle porte.

Infissi in legno da oltre 50 anni anche per Wa.lor. Group, l’azienda di Villafranca Padovana che per realizzare i propri scuri e finestre utilizza solo legno proveniente da aree a riforestazione programmata secondo il principio di Eco-Compatibilità; inoltre vengono utilizzati materiali a basso coefficiente di conducibilità termica, con evidenti vantaggi per l’isolamento e conseguente riduzione dei costi di riscaldamento invernale e condizionamento estivo.

Debutto al BAU di Monaco per la Oikos di Gruaro (VE), che ha partecipato come unica azienda italiana produttrice di porte d’ingresso ad alte prestazioni. Top di gamma nella produzione Oikos, la porta Synua realizzata con taglio termico (TT) con la scelta tra vari tipi di rivestimento compreso l’esclusivo gres porcellanato total black. Non solo elegante, ma anche sicura (Classe 3) in quanto è dotata dell’innovativo sistema biometrico a lettura d’impronta digitale per l’apertura della serratura.

Soluzioni a base di sughero per applicazioni interne con intonaci deumidificanti, ed esterne per realizzare termo cappotti. Queste sono le proposte di Diasen, azienda di Sassoferrato (AN), leader nella produzione di prodotti per intonaci e rivestimenti a base di sughero, un materiale traspirante ed ecocompatibile, soluzione ideale per l’isolamento termico e acustico.

[ Paolo Pauletta ]